Translator

domenica 15 settembre 2013

Il sogno dell'incubo. Par. 3.

Beh allora, oggi non vuoi raccontare niente della tue avventura notturna? Sai oggi sono un po pigro, non ho tanta voglia di parlare. A certo perché hai dormito con il culo scoperto? Ma smettila sei sempre il solito, a scocciare con le tue battutine. Si dai animo la situazione, almeno ti alzo su il morale no? Certo il tuo modo di fare è eccellente, molto efficace come lanciare dei sassi a un nido di vespe. Certo così la pigrizia ti passa per forza, o altrimenti vieni punto dalle vespe. Basta scherzare e racconta questo sogno. Ok dai, almeno è qualcosa di più interessante no? Adesso fai anche quello che dice solo cose interessanti? Ma dai non dirmi che ti sei offeso? Offeso no, ma mi hai pizzicato, dai sto scherzando vai avanti con il racconto che è molto bello, e mi piace molto questa avventura su questo pianeta sconosciuto.
E bene eravamo rimasto con la battuta del prigioniero, quella della privacy, se non ricordo male. Si, che il comandante sapeva tutto del prigioniero. Bene. Allora comandante lo libero? Si certo. Prigioniero: adesso mi sento meglio da libero, non mi posso muovere, mi sento un po arrugginito, ci vuole un bel movimento per riprendere agilità. Dopo un po di movimenti il prigioniero si è ripreso. Mica ci vuole solo movimento, anche una bella limata. Ma dai sempre con le tue battutine eh. Eh si dai spezzo un po il racconto no? Va bene vado avanti. Prigioniero: ok possiamo andare. Comandante: hai un nome? Prigioniero: sei interessata al nome, o a quello che so fare? Comandante: ah ah ah molto spiritoso, certo che tu come conquistare una donna sei il massimo. Prigioniero: sai è da molto che non sento il profumo di pelle femminile, e ogni battuta è buona per rimorchiare. Comandante: se questa la chiami battuta per rimorchiare, credo che fai solo il rimorchio. Prigioniero: vedo che sei molto abile nel parlare, spero che sei anche abile nel comandare visto che ti fai chiamare comandante. Michele soldato: allora questa conversazione è finita o no? Per il rapporto sentimentali c'è tempo, adesso bisogna che facciamo un accampamento per trascorrere la notte e procurare cibo e acqua. Comandante ah scusa, ok andiamo.
Comandante: allora di dividiamo, io e il prigioniero e Michele. Prigioniero : io ho un nome e mi chiamo Salvo. Comandante : a finalmente ti sei deciso? Prigioniero: non ho deciso ho agito. Michele: di nuovo, cazzo basta, anche lei comandante non dimentica chi è, deve fare il suo dovere di comandante. Prigioniero: è solo una femminuccia cosa ti vuoi aspetta da una donna. Oh il prigioniero è un osso duro eh, ti sei inventato un personaggio cazzuto? Basta per oggi basta entriamo a scuole. Ma dai stavo scherzando, oh aspettami dai. Sbrigati che facciamo tardi a scuola ... 

Nessun commento: