Translator

sabato 14 settembre 2013

Il sogno dell'incubo. Par. 4.

Oh allora stai sognando? Dai alzati? Ma chi ti ha fatto entrare? Babbo natale, che tua madre. Ma che ore sono? Cosa importa ti devi alzare e basta. Ok mi preparo. Vedo che stamattina hai fatto fatica ad alzarti. Si ieri sera ho trascorso una bellissima serata con gli amici. Ah bene non mi hai detto niente. Mi avevi detto che eri impegnato, non mi hai detto cosa facevi, era un segreto? Ma no dai solite cose. Si solite cose, o forse stavi con la mia ex? Certo che no. Allora perché è un segreto? Ok va bene era la tua ex. Mattacchione pensi che non immaginavo che uscivi con la mia ex, visto che siamo sempre insiemi, non preoccupati tanto è una ex per questo si chiama ex, perché non esiste più per me. Sei grande proprio un vero amico, per molti è un fastidio non credi? Beh non so, quello che ti posso dire che, a me non interessa questo tipo di discorso, preferisco parlare di altro. Va bene perché non continui il sogno? A già vero mi ero dimenticato, si adesso usciamo altrimenti non abbiamo tempo per  il sogno e facciamo tardi a scuola. E direi, anche se oggi non ho voglia di andare a scuola. Io si ma a farmi scocciare è la prof di musica incidentalmente è la prima ora. Ma dai che è una bella donna. E si, ci credo per quello che spende per essere bella. In effetti lei di soldi per il fisico ne spende, oh mica vigliamo parlare della prof? Ah già vero il sogno.
Eravamo rimasti che si dovevano formare le squadre per come affrontare la situazione in quel pianeta.
Il comandante Michele e il prigioniero sono andati a perlustrare se trovano segni di vita in zona. Michele: qui sembra deserto e fa un caldo assurdo. Prigioniero: volevi trovare un luna park? O un meraviglioso albergo con piscina e tante donne? Ah ah ah molto simpatico tu sempre aggressivo come vedo? Prigionieri:sono un detenuto no? E l'aggressività fa parte di me. Comandate: certo con le battute diventi più forte. Prigioniero : ehi femminuccia in divisa stai attenta che ti fai male. Comandante: dove? No cazzo. Prigioniero: ti avevo avvisata, non guardare me, ma guarda dove metti i piedi. Comandante: cazzo mi so fatta male, maledetta buca. Michele: comandante credo che lei ha preso una cotta, il prigioniero la fa distrarre, non vede neanche una buca. Comandante: ma cosa dici, io una cotta, ma poi con un delinquente. Prigioniero : perché no, sono sempre un uomo e non sto facendo il delinquente come dici tu. Michele: oh guardate c'è qualcosa? Prigionieri : si cazzo c'è qualcosa sembra un accampamento, dai andiamo.
Beh finalmente ti sei deciso a dagli dell'acqua a questi dispersi. Veramente  hanno solo visto un accampamento. Ma dai cerca di essere generoso con questo disgraziati. Senti qui fra un po i disgraziati diventiamo noi se non ci sbrighiamo ad entrare a scuola. Oh oh la prof ti preoccupa o ti piace? Va bene come al solito non riesci ad evitare una delle tue stupidaggini. Stupidaggine o la verità? Ma dai che ti piace la prof. Non rispondo. Ok basta ho toccato il tuo punto debole. Dai su entriamo...

Nessun commento: