Translator

sabato 14 settembre 2013

Il sogno dell'incubo.. Par. 5.

Buongiorno ragazzo oggi sei puntuale e di buonumore come vedo, allora sei anche informa per raccontare quel sogno, che ancora non ho capito se è un incubo o un bel sogno. Ma pensalo come ti pare, per me non fa differenza, tanto è successo durante la notte e stavo usando solo la mente. La mente? O quel poco di cervello? Ah ah ah molto gentile stamattina eh? Si si oggi mi stai antipatico visto che sei ben pettinato e gelatinato. Questa mi è nuova, gelatinato ma dove l'hai presa? Al supermercato, offerta paghi uno e prendi due. Sei forte con questa battuta del santo, poi di mattina è il massimo per affrontare la mattinata a scuola. Beh allora di cosa vuoi parlare? Perché non pensi al sogno no? Si forse è meglio anziché sentire la tua gelatinosamente viscida inventiva. Per me sei invidioso. Io invidioso per questa viscida cosa che non oso nominare? Oh caspita dacci un taglio dai è solo per divertimento come sei permaloso, lo so che sei il fenomeno delle cause perse eh. Ahahha ok bella questa, ma devo dirti che sei di ottima compagnia. Ma certo per niente tutte le mattine siamo qui solito posto davanti alla scuola a raccontare stupidaggini. Dai non esagerare, qui le stupidaggini le dici solo tu o no? Immaginavo che dicevi questo, ok butto la spugna, dai avanti racconta questo bene detto sogno. Per oggi abbiamo scherzato troppo allora vado.
Comandante: sembrano che sono scappati da anni. Michele soldato: sembra proprio così, da molto tempo anche, tutto pieno di polvere, qui c'è qualcosa che stavano studiando. Prigioniero: io non credo che sono scappati, anche perché ci sono molte cose per non sembra che sono scappati. Comandante: come fai a essere così sicuro? Prigioniero: guarda qui? Michele : cosa fai cazzo mi hai riempito di polvere cazzo. Prigioniero: ma dai è solo polvere, avete visto cosa c'è qui? Michele : fantastico una navetta, è la nostra salvezza. Comandante: sii questo si che è fantastico, dai controlliamo se va.
Prete: sulla nave non se salvato nulla, non ci sono medicine. Jason: beh almeno hai il tuo dio è indistruttibile no? Prete: si che lo è, è sempre con me non mi abbandona mai. Ragazzo: allora sono fortunato, pensavo che ero orfano. Prete: Marco nella tua fede non sei mai solo lui è sempre con te. Ragazzo: lo spero visto che, sono orfano e quelli che mi hanno adottato sono morti credo proprio che ci devo  fare un pensierino. Francesco fedele: io ho sempre creduto al mio santo dio. Jason: va bene abbiamo capito che per voi esiste qualcosa che io non vedo, ma adesso dobbiamo credere di fare qualcosa per come trascorrere la notte o vogliano stare qui aspettando un miracolo.
Beh adesso che ci penso dio in questo sogno ci vuole no? Certo che ci vuole, soprattutto per come andare via da questo pianeta. Dai questo è il momento per il grande successo. Per cosa ? Di un miracolo di dio. Ma dai entriamo e speriamo che il miralo lo faccia a noi a scuola. Qui non ti sbagli anche perché non ho studiato tanto. Tu che io no, spero veramente a un miracolo, dai entriamo. Ok...

Nessun commento: