Translator

domenica 20 ottobre 2013

Ho sbagliato, ma non pentito di ciò che non conoscevo ...

Quante volte sul letto a guardare il soffitto? Costruire storie con immaginazione per evitare gli errori fatti. 
<<Se non facevo in quel modo non accedeva!  Ho rovinato tutto>>.
Molte volte si torna indietro a criticare quello che si fa, questo avviene nel nostro inconscio, con lacrime e disperazione, (quando si sbaglia) tutto questo rimane. 
La mancanza di controllo, l'istinto prende potere dell'anima mente e corpo e fa sì che il mal capitato scontra una negatività in quella persona che lascia un segno nei suoi confronti.
La mancanza di conoscenza nel procedimento è un avvenire di errori, ma questo è in corso come un bambino che prova ad alzarsi in posizione retta e dopo in pò cade.
L'esperienza è la base della vita e non bastano libri per  come è e per quanto sia possibile fare le cose, perché tutto avviene manualmente anche ad  età adulta come anche ad usare un computer. 
Se non conosce la scrittura e non  si girano le  pagina, non si tiene un libro in mano di certo non puoi leggere e scrivere ciò che si impara. 
Gli errori sono un corso per il proseguire dell'evoluzione come molti scienziati  sono stati superati in quanto non tutti hanno la capacità di sapere tutto ma l'insieme diventa il tutto.  


Nessun commento: