Translator

sabato 2 novembre 2013

La dittatura in ambedue di oggi ..:

In un mondo dove ruota intorno a esseri tutti diversi l'uno con l'altro che in qualche modo cercano di far credere che siamo umani.
Viviamo in un mondo che si riesce a vivere insieme per un bene che si vede e si sente solo dove c'è comunicazione ma in tutto questo è solo apparenza di quello che dimostrano, facendo di ciò un interesse personale o per qualcosa in se che vogliono che sia, dimostrando le due estremità di cose per la ragione di un qualcosa che per loro è un bene per ambedue le parti che difendono con forza dolore che persiste per generazioni, in quel che è tutto una forza che li spinge a violenza per difendere a tutto i costi un diritto per ambedue, che è Il bene della sopravvivenza umana.
In questo si nota anche le contraddizioni per quanto bene vogliono fare e insegnare quello che sia giusto o sbagliato per il comportamento che li spinge in una dittatura come all'epoca nell'anno che è stato il più grande dittatore come Hitler che con arroganza, violenza cercava di cambiare qualcosa che l'uomo non può cambiare in quanto ci prova in tutti i modi, facendo leva su qualcosa che non si può piegare al volere delle cose dell'essere umano.
La dittatura è il carattere dell'uomo come per natura è la realtà, nel manifestare disastri naturali che distrugge tutto quello che incontro senza distinzione di razza o per specie umana, questo non comporta la disuguaglianza di tutto quello che sia nel mondo visto solo da una parte che arriva per tutto quello che si deve fare per natura.
Questa è la creazione delle cose che sono in quanto è la natura.
L'uomo difronte a ciò fa quello che è naturale per istinto per la razza che è, e non può fare diversamente per la costruzione di un bene o mele che per ambedue sia, costringendo con forza violenza i proprio diritti facendo in modo di contrastare qualsiasi cosa che è presente in questo mondo che, non la pensano come vogliono che sia ambedue.

Nessun commento: