Translator

domenica 4 settembre 2016

La costruzione dell'illusionismo.

Tutto nasce da un solo concetto, molte volte si vive in una dimensiona non reale, per meglio dire nella quarta dimensione; per coloro che la vogliono vivere e per chi la crea.
E' una parte di vita molto comune ed facile ad arrivarci e crearla per molte persone... Ma non sapendo che è difficile uscirne fuori perché è talmente equilibrata e reale che non si può più farne a meno.
In tutto questo ci sono  i lati negativi che sono la parte più complicata di tutto ciò, e non è semplice come crearlo non tanto meno per tornare in dietro; è un solo percorso ed è quello della rottura o di cancellare la quarta dimensione che hanno creato e che si è creato lui o lei. 
E' un concetto a dir poco semplice ma nello stesso tempo complicato, non è semplice da dire o fare, per dimostrare una certezza che per molti è difficile accettare l'amarezza della filosofia. 
Si crede che le parole hanno la capacità di fare cose spaventose - si da un certo senso riescono a fare cose ingente -  ma fondamentalmente è soltanto nella apparenza momentanea e illusoria a dare luce a  una dimensione per coloro cui vive nella superficialità - creandosi un modo di vivere la vita. 
Questo non è che nient'altro che illusione psico che la persona si crea, ma nel momento che torna nella normalità non riesce ad accettarla.
E' difficile capire dove si sta vivendo, è come il mito della caverna di Platone... Qui si tratta di qualcosa che è molto più semplice e facile da vivere. 
Non è che filosofando si riesce ad eliminare una certezza?  E neanche a rivelare l'inganno;  magari si riesce dare  fine a questo discorso! 
E' il tempo e le cose che si incontrano a dimostrare l'illusione psiche che l'individuo si è creato ed è la dimensione dell'illusione delle parole che si è accettato che, hanno fatto una realtà... In questo sono molti ad accettarli e in pochi a dimostrare l'illusione mentale. 

Nessun commento: